S.O.S. - Travenzoli and friends gruppo folk ligure

Vai ai contenuti

Menu principale:

S.O.S.

Gianfranco Travenzoli > Dialettale 2

s.o.s   




Aria che ti spinge e ti strizza e ti prende e che vento tira la sera ma che freddo laggiù il porto andiamo a Genova vento che cresce nella sera dacci dentro anche in barca non cè luce prua dritta ce ne andiamo verso Genova E' libeccio, stringi le cime, siamo in mare
Chiudi i boccaporti anche il mare vuole entrare chiudi fuori quel manigoldo forza sei, vuoi sfidare la sirena  E' libeccio, stringi le cime, siamo in mare Aria che chiude le porte, spinge il mare asciuga le corde gira il timone  cambia il cielo col mare grosso ce ne andiamo verso Genova  E' libeccio, stringi le cime, siamo in mare Tu solchi il cielo copra la tempesta segui la rotta verso la stella in tempesta sul mio legno che stanchezza andiamo  Genova  E' libeccio, stringi le cime, siamo in mare Spunta all'improvviso son le luci della città vedo il faro la lanterna ma che forza laggiù il porto la mia Genova, aria piove e vento a manetta con l'Arona  ( motore diesel) dai ragazzi che ci siamo questa sera siamo a casa siamo a Genova  




 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu